Il Regista sei TU!

mental coach

Miglioramento Personale

Che idea hai di te? E degli altri? Ma chi ti ha messo in testa questi pensieri?

La vita é una sola, ed ognuno di noi ha una percezione diversa, quello che cambia é soltanto il nostro atteggiamento nei suoi confronti.

Quante volte hai sentito parlare del classico esempio bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno…il contenuto é uguale, il bicchiere anche, ma la percezione di chi osserva é totalmente diversa. Quando scegli il tuo punto di vista sulle cose, plasmi la tua realtà.

Per esempio il rapporto che hai con gli altri esseri umani é un PENSIERO. Mi spiego meglio. Quando incontri una persona e dialoghi con lei, ti fai un pensiero, cattivo o buono che sia. Tutto quello che accade dopo, le emozioni nel rincontrarla, nel toccarla, nel parlare, sono scaturite dal pensiero che ti sei fatto su di essa. Ecco perché i sentimenti possono cambiare dopo un nano secondo…sono i tuoi pensieri a guidarli. Immagina di trovare la tua donna/uomo a letto con un altro/a, in un millesimo di secondo quello che era amore si trasforma in odio. Il tuo pensiero su di essa ha condizionato drasticamente il tuo sentimento, la tua emozione.

Tutto quello che ti circonda, che puoi vedere, toccare e sentire é reale perché lo hai pensato, perché altri lo hanno pensato. Lo so sembra molto astratto come pensiero ma ti faccio un esempio pratico. Partiamo da una domanda: cosa é reale e realtà per te? – Quando cammini per strada dai attenzione e volgi il tuo pensiero a determinate cose trascurandone altre. Molti si accorgono di automobilisti alterati, altri guardano gli alberi e la gente sorridere. Esistono tutte e due le situazioni ma tu ne hai guardato una soltanto. Quindi la realtà esiste in ciò che pensi, in quello a cui dai attenzione.

Le nostre relazioni sono condizionate e rese tali dal pensiero che noi abbiamo di esse. Se tu pensi di essere il migliore, che puoi crescere ed ambire a grandi risultati, perché non pensare che anche le altre persone siano uguali? Il grande Ghandi diceva: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Ama il prossimo tuo come te stesso”, tratta gli altri come vorresti essere trattato tu.

Mettiti sempre nei panni degli altri, come vorresti essere trattato se ti trovassi al loro posto?

Questo esercizio lo puoi fare sin da subito nella tua vita, con i tuoi familiari, con i tuoi colleghi, con i tuoi amici, con chi conosci per la prima volta. Questo primo esercizio ha come scopo una cosa soltanto, che credo sia la più importante: ti permette di Amare.

Quando ci trattano male e con odio, noi rispondiamo con la stessa moneta, ma non perché “é istintivo”, ma perché abbiamo l’odio dentro. Siamo abituati a coltivare nella nostra vita l’odio. Se coltivassimo amore ogni giorno sarebbe impossibile, o per lo meno si ridurrebbe al minimo, restituire odio all’odio ricevuto.

Non voglio fare il moralista o essere al di sopra delle parti, ti faccio questo discorso perché io in primis vivo queste esperienze ogni giorno, ed ho appurato che l’unico modo per instaurare relazioni forti e positive é: cambiare il tuo pensiero sugli altri e sul mondo.

4 ATTEGIAMENTI CHE CAMBIERANNO LE TUE RELAZIONI

Studiando e applicando queste regole per primo su me stesso, in questi anni mi sono accorto dei cambiamenti notevoli e drastici che si hanno sulla nostra vita.

1 NON HAI SEMPRE RAGIONE

Ho sempre cercato di convincere gli altri che le mie idee erano giuste e migliori, soprattutto quando ho iniziato il mio percorso di crescita. Risultato? Ero agli occhi degli altri antipatico ed arrogante. Ti piace quando qualcuno cerca in tutti i modi di convincerti che quella cosa é giusta e perfetta? Esistono idee differenti e ognuno di noi ha la sua giusta e propria idea, chi sono io per volerla cambiare? Ho capito che era più proficuo comprendere l’idea altrui, capire come ha fatto a generare un’idea tanto diversa dalla mia, conoscere la sua realtà che lo ha portato a tale pensiero. Tutti noi abbiamo idee differenti e pensieri diversi, ma possiamo ugualmente amarci e stare insieme, crescendo. Se cerchi sempre di dare torto agli altri, cercare di avere sempre ragione, perdi una grande occasione: crescere e scoprire cose nuove.

2 NON ESISTI SOLO TU

Ognuno di noi crea la propria vita come meglio crede. Non esiste giusto o sbagliato. Molte volte la solitudine è necessaria per comprendere dove stiamo andando e in che modalità. Essere sempre presenti nella vita degli altri con i nostri giudizi fa soltanto una cosa: non permette agli altri di crescere ed analizzare al meglio il percorso che vogliamo intraprendere. Più lasciamo andare da soli le persone che amiamo o che guidiamo, più loro saranno attratte da noi. Può sembrare un controsenso ma é così: il nostro lasciarle andare é sinonimo di apprezzamento e fiducia nei loro confronti, loro lo sentono, lo percepiscono e hanno stima di noi.

3 NON POSSIEDI NIENTE

Esiste un’unica cosa: la condivisione. Tu non possiedi niente, neanche tua moglie/marito o i tuoi figli. Se lasci lo spazio giusto permetti loro di esprimersi e costruire la vita che desiderano. Se cerchi sempre di controllarli, automaticamente  li allontani da te. Mettiti sempre nei loro panni: ti piacerebbe se ci fosse qualcuno a controllare i tuoi movimenti, gusti, piaceri, abitudini e che volesse indirizzarti in un percorso già stabilito (da lui)? Questo atteggiamento crea soltanto non comunicazione, distanza.

4 NON PUOI CAPIRE TUTTO

Perché cerchiamo sempre di capire gli altri e mai di accettarli per quello che sono? Pensa al tuo scopo, alla tua strada e non cercare di capire lo scopo degli altri. Sfrutta le relazione per arrivare al tuo scopo, alla tua meta, ognuno può darti insegnamenti diversi e magici. L’importante è non cercare di controllarle o danneggiare gli altri per raggiungere il tuo obiettivo. Guarda il mondo come una grande famiglia, sette miliardi di fratelli, parenti e cugini. E da buon siciliano dico che la famiglia é sacra 🙂 diamoci aiuto reciproco, per realizzare il nostro scopo, e non per capirci. Non cerchiamo di comprendere il pensiero, il nostro scopo é capire chi siamo noi!
Se fossimo tutti uguali non avremmo bisogno di niente e nessuno. Siamo diversi e la diversità completa. Come un puzzle fatto di tanti pezzi diversi. Ognuno di noi é speciale e serve al completamento dell’altro, per raggiungere il nostro scopo.

Grazie per aver letto questo articolo, se vuoi condividilo con i tuoi amici.

Se credi di non riuscire a trovare il tuo SCOPO non preoccuparti, esistono tante strade: una di queste é il Coaching —–>>> Clicca qui per saperne di più

miglioramento personale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *