Rinunciare ed Arrendersi

Sei in trappola! Arrenditi e rinuncia!

Sembra la battuta di un film, eppure é l’attore principale della nostra vita a pronunciare queste parole: la voce interna.

Quante volte abbiamo abbandonato un progetto, un percorso o una sfida perché ci dicevamo “non fa per te”, “é troppo difficile”, “é troppo faticoso” e tante altre frasi del genere?

Bene io la considero una vera e propria piaga mentale. Un processo che a lungo andare compromette il tuo modo di vivere e la tua felicità. Le tue azioni, ogni giorno, sono condizionate dalla voce interna, la voce che ti suggerisce se abbandonare o andare avanti verso la meta. Ma da dove arriva questa voce, chi le da il permesso di poter parlare? Sei tu l’artefice!

Tu, con le tue abitudini, le tue convinzioni. La voce interna non é altro che la trasposizione esterna di quello che tu inserisci nella tua mente, quindi capirai che é importante la qualità delle informazioni che ogni singolo istante decidi di assorbire e fare tue.

Ma facciamo una bella premessa: non é che se insisti e continui ad accanirti su una cosa, alla fine ci riuscirai. Anzi l’essere “cocciuti” e continuare ad andare avanti, sbattendoci la testa e ma non cambiando mai strategia, é il fondamento unico per incappare in una bella e buona “trappola mentale”.

Se la falena vede una luce al di là del vetro, andrà di continuo a sbattere contro di esso, insistendo, mettendoci tutta la grinta che ha, continuando a non arrendersi mai, risultato: rimarrà sempre nella situazione di partenza. Ecco immagina di essere una falena, come ti sentiresti all’ennesima botta che prendi in testa andando a sbattere sul vetro? Te lo dico io: ti arrendi e abbandoni!

Quindi non é importante insistere ma saper cambiare strategie e strada ogni qualvolta si presenta un’ostacolo fra noi e la nostra meta. Saper cogliere le giuste opportunità in ogni situazione difficile, sapendo che non esistono problemi irrisolvibili ma soluzioni nascoste, opportunità che non riusciamo a vedere a prima vista.

Pensa nello sport: che differenza c’é tra un campione ed uno sportivo qualunque? Un campione non molla mai, crede in se stesso e sa di dover sempre migliorare, di dover cambiare la sua strategia in corsa, la sua mente lo porta verso la direzione dei suoi pensieri ed i suoi pensieri lo portano ad azioni efficaci. Pensa se uno sportivo cade vittima della sua trappola mentale, capisci quale disastro potrà essere la sua performance ed il suo percorso? (Ti invito a leggere qui qualcosa sullo sport coaching)

“Si é sconfitti solo quando ci si arrende.”

E allora cosa puoi fare in concreto per evitare la tua trappola mentale?

Affronta tutto con curiosità e se la paura inizia a fare capolino sul tuo percorso, ACCETTALA, fa parte del percorso e guai se non ci fosse. Analizza i tuoi pensieri, estrapola il maggior numero di dettagli possibili, cerca di individuare una possibile soluzione per ogni pericolo che pensi si stia presentando. A questo punto prepara la tua strada, il tuo piano d’azione e mettilo SUBITO in pratica, non aspettare le condizioni migliori, forse non arriveranno mai ma le puoi sempre creare tu, inizia OGGI.

Il percorso che sceglierai ti farà scoprire nuove opportunità e immense capacità che non pensavi di avere.

Inizia, altrimenti potresti avere rimorsi e rimpianti per non averci mai provato.

Spero di averti dato un quadro ed uno stimolo in più per poter fare qualcosa di improntate nella tua vita sportiva, professionale e personale. Se hai difficoltà a realizzare il tuo piano d’azione e riuscire a capire le giuste opportunità che ti si presentano, io sono qui! Scrivimi e prenota la tua sessione gratuita di coaching: Scrivimi qui.

Un abbraccio

Riccardo Geraci

Prendere le Giuste Decisioni

Quante volte ti é capitato di trovarti di fronte a dei bivi o di dover scegliere una direzione e non sapere cosa fare?

Come prendere le giuste decisioni?

Ogni momento della nostra vita è caratterizzato e influenzato da decisioni che prendiamo in maniera più o meno consapevole. Le decisioni possono cambiare la nostra vita sia lavorativa che personale. “Beh meglio non scegliere!” In realtà anche quando non scegliamo stiamo prendendo una decisione. Ma ci sono due notizie una cattiva e una buona: la cattiva é che non esiste nessun manuale in grado di aiutarci a trovare la scelta giusta, la buona é che però esistono delle strategie che possono indirizzarti verso la consapevolezza di scegliere in maniera più equilibrata.

BISOGNA SCEGLIERE IN MODO RAPIDO ED EFFICIENTE…MA MAI IN SITUAZIONI DI DISAGIO

Quando devi prendere una decisione importante che riguarda la tua carriera, la tua vita di coppia o la tua vita personale, devi essere consapevole di trovarti in un momento di estrema calma interiore. Se sei preso da ansie, paure e dubbi che continuano ad assalirti l’unica soluzione é non scegliere. PRIMA DEVI TROVARE IL TUO EQUILIBRIO.

“Ma come posso trovare il mio equilibrio se devo prendere una decisione importante in poco tempo?”

Una delle possibili soluzioni é trovare la concentrazione o il rilassamento istantaneo attraverso le tecniche di “ancoraggio”…ma non voglio soffermarmi su questo aspetto, sarebbe riduttivo descriverlo su un articolo (contattami per delle sessioni di coaching).

Tutti i giorni prendiamo decisioni che non richiedono una metodologia specifica, come ad esempio fare la spesa al supermercato. Tuttavia, quando ti trovi a prendere decisioni più complesse, é possibile seguire una mappa strategica che ti permetta di scegliere una volta che avrai trovato il tuo “STATO IDEALE DI CONCENTRAZIONE”.

  1. Pensa alla decisione che devi prendere.
  2. Analizza e scrivi quali sono le possibili alternative o scelte, e seleziona le due più importanti.
  3. Adesso scrivete per ogni alternativa, quali sono i vantaggi e gli svantaggi.
  4. Ora é il momento di capire se ci sono cose o situazioni che dovrai affrontare per realizzare gli obiettivi che derivano da quella scelta (Esempio: se decidi di cambiare lavoro per seguire una tua passione dovrai studiare, metterti in proprio, aprire un sito, ecc, ecc…). 
  5. Adesso che sai cosa potrebbe accadere, scegli i vantaggi e gli svantaggi che sei disposto a tollerare ed accettare.
  6. E’ il momento: PRENDI LA DECISIONE!

Questi sono semplici passaggi che possono darti una guida per decidere e scegliere con più attenzione. Ma ripeto, non esiste la formula magica e se un giorno ti renderai conto di aver sbagliato decisione, non fartene una colpa, si può sempre rimediare: se non sbagli non puoi crescere! 


GUARDA IL VIDEO GRATIS SU COME FORMULARE OBIETTIVI VINCENTI TRAMITE LA PNL

 

Come la Formica: Insistere e Resistere

“Sta’ come scoglio, immobile, contro il quale s’infrangono assiduamente i flutti, e intorno a lui finisce per placarsi il ribollir dell’acque. Non dire: «Me infelice, quale disgrazia m’ha colto!». Di’ piuttosto: «Felice, perché, malgrado questo, io resto imperturbabile: non mi abbatte il presente, né mi sgomenta il futuro». Una tale sventura, infatti, può capitare a tutti, ma pochi hanno il coraggio di resistere.” MARCO AURELIO

La storia di chi é riuscito nell’impresa di farcela nonostante tutto e tutti é piena di esempi. Ma non voglio farti il classico elenco di gente che é scampata al fallimento ed é arrivata al successo, ma soffermarmi sul percorso che porta e caratterizza “la certezza del raggiungimento“.

I “NO”, le botte che prendi, i fallimenti che affronti, sono tutte dovute e preziose fasi per raggiungere il tuo obiettivo: vuol dire che ti stai muovendo. Solo non muovendoti eviti di affrontare e subire questo tragitto tortuoso ma altamente formativo. Devi scalare la tua montagna e per forza di cose dovrai affrontare tempeste, neve, freddo e qualche caduta. L’altezza della montagna dipende da quanto é grande il tuo obiettivo. Ma attento, il cominciare non basta, qui vince chi persevera, chi non si arrende. Il tuo fallimento in realtà non esiste! Esiste un’unica cosa: il prodotto dei tuoi sforzi. E se questo non ti basta o non ti soddisfa, bene, cambialo…cambia i tuoi pensieri e le tue azioni ed otterrai risultati diversi.

La società di oggi ci dice che é meglio avere quello che vuoi e subito. Ma é solo la formula magica per la non realizzazione dei tuoi sogni. Roma non é stata costruita in un giorno.

Tutti i più grandi successi hanno in comune due caratteristiche: TEMPO e PASSIONE

I risultati che si formano e fondano su questi due principi, sono quelli più duraturi che difficilmente cadono alla prima interferenza.

Per farti capire e comprendere il meccanismo, voglio raccontarti un piccolo aneddoto: Ogni giorno vado con i miei fantastici cani in giro per Villa Pamphili, uno dei parchi più belli e grandi di Roma, e durante il mio camminare tra la natura, mi piace osservare. Mi soffermo sempre a guardare degli animaletti piccolissimi ma affascinanti: le formiche. Qui in questa oasi, hanno la possibilità di esprimere al massimo la loro natura. Costruiscono nidi enormi e cosa incredibile, hanno la capacità di “asfaltare” intere strade. Una rete incredibile di sentieri fra i prati, che conducono e partono sempre dal loro nido. Non esiste ostacolo, non esiste pioggia o sole caldo che li possa fermare. Loro costruiscono. Raggiungono il loro obiettivo. E non si pongono il problema di quanto sia grande l’ostacolo da rimuovere o la lunghezza da percorrere. Loro pensano solo e soltanto al loro obiettivo trovando la soluzione.

Devi essere una formica! Non é mai importante in che situazione ti trovi o da che condizione passata parti. Conta solo se hai la volontà di rialzarti e cominciare. Fai come la formica:

INIZIA ED AGISCI

Solo la Costanza, la Determinazione e la Passione, possono condurti verso i traguardi che desideri. Se pensi di arrivare Subito e Facilmente, beh mi dispiace dirti che: Cadrai e ti farai molto male.

Agisci come la FORMICA!

Spero che questo articolo possa esserti stato di ispirazione. Condividilo se pensi che possa servire a qualcuno!!!


Richiedi la tua sessione Gratuita

Il Regista sei TU!

Miglioramento Personale

Che idea hai di te? E degli altri? Ma chi ti ha messo in testa questi pensieri?

La vita é una sola, ed ognuno di noi ha una percezione diversa, quello che cambia é soltanto il nostro atteggiamento nei suoi confronti.

Quante volte hai sentito parlare del classico esempio bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno…il contenuto é uguale, il bicchiere anche, ma la percezione di chi osserva é totalmente diversa. Quando scegli il tuo punto di vista sulle cose, plasmi la tua realtà.

Per esempio il rapporto che hai con gli altri esseri umani é un PENSIERO. Mi spiego meglio. Quando incontri una persona e dialoghi con lei, ti fai un pensiero, cattivo o buono che sia. Tutto quello che accade dopo, le emozioni nel rincontrarla, nel toccarla, nel parlare, sono scaturite dal pensiero che ti sei fatto su di essa. Ecco perché i sentimenti possono cambiare dopo un nano secondo…sono i tuoi pensieri a guidarli. Immagina di trovare la tua donna/uomo a letto con un altro/a, in un millesimo di secondo quello che era amore si trasforma in odio. Il tuo pensiero su di essa ha condizionato drasticamente il tuo sentimento, la tua emozione.

Tutto quello che ti circonda, che puoi vedere, toccare e sentire é reale perché lo hai pensato, perché altri lo hanno pensato. Lo so sembra molto astratto come pensiero ma ti faccio un esempio pratico. Partiamo da una domanda: cosa é reale e realtà per te? – Quando cammini per strada dai attenzione e volgi il tuo pensiero a determinate cose trascurandone altre. Molti si accorgono di automobilisti alterati, altri guardano gli alberi e la gente sorridere. Esistono tutte e due le situazioni ma tu ne hai guardato una soltanto. Quindi la realtà esiste in ciò che pensi, in quello a cui dai attenzione.

Le nostre relazioni sono condizionate e rese tali dal pensiero che noi abbiamo di esse. Se tu pensi di essere il migliore, che puoi crescere ed ambire a grandi risultati, perché non pensare che anche le altre persone siano uguali? Il grande Ghandi diceva: “Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

Ama il prossimo tuo come te stesso”, tratta gli altri come vorresti essere trattato tu.

Mettiti sempre nei panni degli altri, come vorresti essere trattato se ti trovassi al loro posto?

Questo esercizio lo puoi fare sin da subito nella tua vita, con i tuoi familiari, con i tuoi colleghi, con i tuoi amici, con chi conosci per la prima volta. Questo primo esercizio ha come scopo una cosa soltanto, che credo sia la più importante: ti permette di Amare.

Quando ci trattano male e con odio, noi rispondiamo con la stessa moneta, ma non perché “é istintivo”, ma perché abbiamo l’odio dentro. Siamo abituati a coltivare nella nostra vita l’odio. Se coltivassimo amore ogni giorno sarebbe impossibile, o per lo meno si ridurrebbe al minimo, restituire odio all’odio ricevuto.

Non voglio fare il moralista o essere al di sopra delle parti, ti faccio questo discorso perché io in primis vivo queste esperienze ogni giorno, ed ho appurato che l’unico modo per instaurare relazioni forti e positive é: cambiare il tuo pensiero sugli altri e sul mondo.

4 ATTEGIAMENTI CHE CAMBIERANNO LE TUE RELAZIONI

Studiando e applicando queste regole per primo su me stesso, in questi anni mi sono accorto dei cambiamenti notevoli e drastici che si hanno sulla nostra vita.

1 NON HAI SEMPRE RAGIONE

Ho sempre cercato di convincere gli altri che le mie idee erano giuste e migliori, soprattutto quando ho iniziato il mio percorso di crescita. Risultato? Ero agli occhi degli altri antipatico ed arrogante. Ti piace quando qualcuno cerca in tutti i modi di convincerti che quella cosa é giusta e perfetta? Esistono idee differenti e ognuno di noi ha la sua giusta e propria idea, chi sono io per volerla cambiare? Ho capito che era più proficuo comprendere l’idea altrui, capire come ha fatto a generare un’idea tanto diversa dalla mia, conoscere la sua realtà che lo ha portato a tale pensiero. Tutti noi abbiamo idee differenti e pensieri diversi, ma possiamo ugualmente amarci e stare insieme, crescendo. Se cerchi sempre di dare torto agli altri, cercare di avere sempre ragione, perdi una grande occasione: crescere e scoprire cose nuove.

2 NON ESISTI SOLO TU

Ognuno di noi crea la propria vita come meglio crede. Non esiste giusto o sbagliato. Molte volte la solitudine è necessaria per comprendere dove stiamo andando e in che modalità. Essere sempre presenti nella vita degli altri con i nostri giudizi fa soltanto una cosa: non permette agli altri di crescere ed analizzare al meglio il percorso che vogliamo intraprendere. Più lasciamo andare da soli le persone che amiamo o che guidiamo, più loro saranno attratte da noi. Può sembrare un controsenso ma é così: il nostro lasciarle andare é sinonimo di apprezzamento e fiducia nei loro confronti, loro lo sentono, lo percepiscono e hanno stima di noi.

3 NON POSSIEDI NIENTE

Esiste un’unica cosa: la condivisione. Tu non possiedi niente, neanche tua moglie/marito o i tuoi figli. Se lasci lo spazio giusto permetti loro di esprimersi e costruire la vita che desiderano. Se cerchi sempre di controllarli, automaticamente  li allontani da te. Mettiti sempre nei loro panni: ti piacerebbe se ci fosse qualcuno a controllare i tuoi movimenti, gusti, piaceri, abitudini e che volesse indirizzarti in un percorso già stabilito (da lui)? Questo atteggiamento crea soltanto non comunicazione, distanza.

4 NON PUOI CAPIRE TUTTO

Perché cerchiamo sempre di capire gli altri e mai di accettarli per quello che sono? Pensa al tuo scopo, alla tua strada e non cercare di capire lo scopo degli altri. Sfrutta le relazione per arrivare al tuo scopo, alla tua meta, ognuno può darti insegnamenti diversi e magici. L’importante è non cercare di controllarle o danneggiare gli altri per raggiungere il tuo obiettivo. Guarda il mondo come una grande famiglia, sette miliardi di fratelli, parenti e cugini. E da buon siciliano dico che la famiglia é sacra 🙂 diamoci aiuto reciproco, per realizzare il nostro scopo, e non per capirci. Non cerchiamo di comprendere il pensiero, il nostro scopo é capire chi siamo noi!
Se fossimo tutti uguali non avremmo bisogno di niente e nessuno. Siamo diversi e la diversità completa. Come un puzzle fatto di tanti pezzi diversi. Ognuno di noi é speciale e serve al completamento dell’altro, per raggiungere il nostro scopo.

Grazie per aver letto questo articolo, se vuoi condividilo con i tuoi amici.

Se credi di non riuscire a trovare il tuo SCOPO non preoccuparti, esistono tante strade: una di queste é il Coaching —–>>> Clicca qui per saperne di più

miglioramento personale

Il Pesce puzza dalla Testa!

Da anni sono un appassionato di Apicoltura. Mi affascina il lavoro di queste instancabili creature meravigliose, la loro devozione all’alveare e la loro conformazione strutturale all’interno della famiglia.

Mental Coach Ho sempre immaginato il lavoro di un’azienda, di un team o di una squadra sportiva, come il lavoro di un alveare. Ogni elemento é importante per la creazione della struttura perfetta. Niente é lasciato al caso. Non esiste elemento di poco conto, esistono ruoli differenti, mansioni diverse ma che unite ed incatenate ad un ingranaggio unico danno l’ECCELLENZA.

A capo di tutto lei: LA REGINA.

Ma l’alveare non é monarchico…la regina non comanda nessuno, lei detta il ritmo del lavoro, lei stessa si adopera per prima per il miglioramento della specie, dando l’esempio fa si che tutto l’alveare si ucciderebbe per la sua protezione. Ma attenzione se la regina non rispecchia i canoni che la natura, dopo anni e anni di selezione, ha dettato il risultato é uno: LA REGINA VIENE CAMBIATA!

E allora ho sempre immaginato le squadre, le aziende ed i team che non funzionano come un alveare. Purtroppo in loro non esiste la sostituzione naturale del leader. Un leader, o presunto tale, che non combacia con i valori e la mission di quel determinato team, difficilmente porterà al successo lo stesso. All’interno del gruppo, così come in un alveare, la parte malata del sistema prenderà il sopravvento, approfittando del leader debole. I risultati saranno catastrofici: IMPLOSIONE DEL TEAM.

Un detto dice: IL PESCE PUZZA DALLA TESTA!

Mai proverbio fu più idoneo per questo paragone. Il Leader deve essere un trascinatore, un compagno, un esempio, una guida, e se le sue doti vengono a mancare, il team non ha più una direzione, sarà come una nave senza meta.

Come si può ovviare a questa soluzione? Ci sono due alternative: o si cambia il leader o il leader cambia.

Molto spesso il leader é egli stesso proprietario della squadra, dell’azienda o del team e allora la soluzione é unica: deve cambiare mentalità! Il compito del Mental Coach qui é veramente delicato. Molto spesso capita di essere convocati in aziende o squadre che non funzionano correttamente, il leader stesso propone un “Team Coaching” che, se non supportato da una guida adeguata, fallisce. Immaginate di dover creare una squadra eccellente e poi affidarla ad una guida incompetente. Conclusione: nell’80% dei casi, al team coaching dobbiamo affiancare sempre un percorso di Leadership per colui che ci ha convocato. Molte volte addirittura facciamo solo interventi su di esso, risolvendo a monte il problema.

Il buon equilibrio di una squadra, un team o un’azienda passa sempre da un buon Leader…così come in un alveare!!!

TI RICORDO CHE PUOI PRENOTARE UNA SESSIONE DI COACHING GRATUITA CON ME! Clicca qui…

Lo Sport Coaching

L’Allenatore Mentale e soprattutto il Mental Coach Sportivo, chi è? Cosa fa? A cosa serve?

Ma davvero può aiutarmi a migliorare le mie prestazioni sportive e non?
Queste sono alcune delle domande che mi sento spesso rivolgere da persone e sportivi, che si avvicinano con una certa diffidenza al mondo dell’allenamento mentale.

L’ALLENATORE MENTALE È UN “COCCHIERE”, COLUI CHE CONOSCE LA VIA PER PORTARTI A DESTINAZIONE ATTRAVERSO LA SUA CARROZZA, TU SCEGLI LA META, LUI TI INDIRIZZA… MA SOLO TU HAI IL CONTROLLO DELL’ANDATURA E LA DECISIONE DI FERMARE IL VIAGGIO O NO.

Sì, hai capito bene, il COCCHIERE ti indirizza, conosce la via, la strada giusta ma alla meta ci arrivi solo se tu lo vorrai. Non esistono bacchette magiche o miracoli sportivi se al primo posto in assoluto non c’é il desiderio e la volontà di cambiamento.

Il viaggio sarà formato da strade buone ma anche tortuose e difficili da affrontare. Le tue sfide, sia quelle sportive che quelle di tutti i giorni, sono condizionatore dai nostri pensieri, che diventano azioni, che si trasformano in abitudini. Se all’interno del nostro percorso abbiamo abitudini limitanti, che non ci permettono di arrivare al nostro scopo, beh ecco che interviene l’allenatore mentale, sostituendo le tue convinzioni limitanti con altrettante potenzianti. Dirai: “Ma allora é un lavaggio del cervello?” Direi proprio di si! Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, siamo costantemente bombardati da pensieri, parole e situazioni che ci condizionano. Nolente o volente il tuo cervello é sotto costante “lavaggio”. Perché allora non scegliere i file giusti da poter inserire? 🙂

L’Allenatore Mentale disegna la tua mappa personale, non esiste protocollo unico.

La maggior parte dei miei assistiti é caratterizzata da una sensazione, ovvero una voce interna, che gli dice costantemente che quella cosa forse é troppo grande per loro, quell’obiettivo é troppo difficile da raggiungere, quel tempo sportivo é inarrivabile, ecc… Alcuni invece hanno un desiderio fortissimo di miglioramento ma non conoscono le strategie giuste per affrontare il viaggio.

Se hai un desiderio, un sogno, una meta da raggiungere, quello che ti divide da lui è solo la tua decisione di iniziare o no a prendertelo. Potrai anche fallire nel raggiungerlo ma il percorso ti renderà una persona diversa, più forte e più motivata.

L’Allenatore Mentale ti aiuta a vedere tutto da una prospettiva diversa, in modo da farti valutare e decidere al meglio, e poi ti accompagna nel tuo cambiamento, sostenendoti nei momenti duri e difficili. Però ricorda sempre:

L’ALLENATORE MENTALE TI APRE LA PORTA, TI INDICA LA STRADA MA SARAI SEMPRE E SOLO TU A  DECIDERE SE INIZIARE, CONTINUARE ED ARRIVARE.

Ci sono 3 regole fondamentali per iniziare ed affrontare con successo un percorso insieme:

1 Lo devi DESIDERARE fortemente

2 Devi conoscere le STRATEGIE MIGLIORI

3 Devi avere un’enorme COSTANZA

Cambiare comporta massimo impegno, e in questo sarai aiutato, ma dipende tutto e solo da te. Se tu lo VUOI il Coach è con te!

Richiedi la sessione GRATUITA

Allenamento Mentale per gli Sportivi

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva