Rinunciare ed Arrendersi

Sei in trappola! Arrenditi e rinuncia!

Sembra la battuta di un film, eppure é l’attore principale della nostra vita a pronunciare queste parole: la voce interna.

Quante volte abbiamo abbandonato un progetto, un percorso o una sfida perché ci dicevamo “non fa per te”, “é troppo difficile”, “é troppo faticoso” e tante altre frasi del genere?

Bene io la considero una vera e propria piaga mentale. Un processo che a lungo andare compromette il tuo modo di vivere e la tua felicità. Le tue azioni, ogni giorno, sono condizionate dalla voce interna, la voce che ti suggerisce se abbandonare o andare avanti verso la meta. Ma da dove arriva questa voce, chi gli da il permesso di poter parlare? Sei tu l’artefice!

Tu, con le tue abitudini, le tue convinzioni. La voce interna non é altro che la trasposizione esterna di quello che tu inserisci nella tua mente, quindi capirai che é importante la qualità delle informazioni che ogni singolo istante decidi di assorbire e fare tue.

Ma facciamo una bella premessa: non é che se insisti e continui ad accanirti su una cosa, alla fine ci riuscirai. Anzi l’essere “cocciuti” e continuare ad andare avanti, sbattendoci la testa, ma non cambiando mai strategia, é il fondamento unico per incappare in una bella e buona “trappola mentale”.

Se la falena vede una luce al di là del vetro, andrà di continuo a sbattere contro di esso, insistendo, mettendoci tutta la grinta che ha, continuando a non arrendersi mai, risultato: rimarrà sempre nella situazione di partenza. Ecco immagina di essere una falena, come ti sentiresti all’ennesima botta che prendi in testa andando a sbattere sul vetro? Te lo dico io: ti arrendi e abbandoni!

Quindi non é importante insistere ma saper cambiare strategie e strada ogni qualvolta si presenta un’ostacolo fra noi e la nostra meta. Saper cogliere le giuste opportunità in ogni situazione difficile, sapendo che non esistono problemi irrisolvibili ma soluzioni nascoste, opportunità che non riusciamo a vedere a prima vista.

Pensa nello sport: che differenza c’é tra un campione ed uno sportivo qualunque? Un campione non molla mai, crede in se stesso e sa di dover sempre migliorare, di dover cambiare la sua strategia in corsa, la sua mente lo porta verso la direzione dei suoi pensieri ed i suoi pensieri lo portano ad azioni efficaci. Pensa se uno sportivo cade vittima della sua trappola mentale, capisci quale disastro potrà essere la sua performance ed il suo percorso? (Ti invito a leggere qui qualcosa sullo sport coaching)

“Si é sconfitti solo quando ci si arrende.”

E allora cosa puoi fare in concreto per evitare la tua trappola mentale?

Affronta tutto con curiosità e se la paura inizia a fare capolino sul tuo percorso, ACCETTALA, fa parte del percorso e guai se non ci fosse. Analizza i tuoi pensieri, estrapola il maggior numero di dettagli possibili, cerca di individuare una possibile soluzione per ogni pericolo che pensi si stia presentando. A questo punto prepara la tua strada, il tuo piano d’azione e mettilo SUBITO in pratica, non aspettare le condizioni migliori, forse non arriveranno mai ma le puoi sempre creare tu, inizia OGGI.

Il percorso che sceglierai ti farà scoprire nuove opportunità e immense capacità che non pensavi di avere.

Inizia, altrimenti potresti avere rimorsi e rimpianti per non averci mai provato.

Spero di averti dato un quadro ed uno stimolo in più per poter fare qualcosa di improntate nella tua vita sportiva, professionale e personale. Se hai difficoltà a realizzare il tuo piano d’azione e riuscire a capire le giuste opportunità che ti si presentano, io sono qui! Scrivimi e prenota la tua sessione gratuita di coaching: Scrivimi qui.

Un abbraccio

Riccardo Geraci

Prendere le Giuste Decisioni

Quante volte ti é capitato di trovarti di fronte a dei bivi o di dover scegliere una direzione e non sapere cosa fare?

Come prendere le giuste decisioni?

Ogni momento della nostra vita è caratterizzato e influenzato da decisioni che prendiamo in maniera più o meno consapevole. Le decisioni possono cambiare la nostra vita sia lavorativa che personale. “Beh meglio non scegliere!” In realtà anche quando non scegliamo stiamo prendendo una decisione. Ma ci sono due notizie una cattiva e una buona: la cattiva é che non esiste nessun manuale in grado di aiutarci a trovare la scelta giusta, la buona é che però esistono delle strategie che possono indirizzarti verso la consapevolezza di scegliere in maniera più equilibrata.

BISOGNA SCEGLIERE IN MODO RAPIDO ED EFFICIENTE…MA MAI IN SITUAZIONI DI DISAGIO

Quando devi prendere una decisione importante che riguarda la tua carriera, la tua vita di coppia o la tua vita personale, devi essere consapevole di trovarti in un momento di estrema calma interiore. Se sei preso da ansie, paure e dubbi che continuano ad assalirti l’unica soluzione é non scegliere. PRIMA DEVI TROVARE IL TUO EQUILIBRIO.

“Ma come posso trovare il mio equilibrio se devo prendere una decisione importante in poco tempo?”

Una delle possibili soluzioni é trovare la concentrazione o il rilassamento istantaneo attraverso le tecniche di “ancoraggio”…ma non voglio soffermarmi su questo aspetto, sarebbe riduttivo descriverlo su un articolo (contattami per delle sessioni di coaching).

Tutti i giorni prendiamo decisioni che non richiedono una metodologia specifica, come ad esempio fare la spesa al supermercato. Tuttavia, quando ti trovi a prendere decisioni più complesse, é possibile seguire una mappa strategica che ti permetta di scegliere una volta che avrai trovato il tuo “STATO IDEALE DI CONCENTRAZIONE”.

  1. Pensa alla decisione che devi prendere.
  2. Analizza e scrivi quali sono le possibili alternative o scelte, e seleziona le due più importanti.
  3. Adesso scrivete per ogni alternativa, quali sono i vantaggi e gli svantaggi.
  4. Ora é il momento di capire se ci sono cose o situazioni che dovrai affrontare per realizzare gli obiettivi che derivano da quella scelta (Esempio: se decidi di cambiare lavoro per seguire una tua passione dovrai studiare, metterti in proprio, aprire un sito, ecc, ecc…). 
  5. Adesso che sai cosa potrebbe accadere, scegli i vantaggi e gli svantaggi che sei disposto a tollerare ed accettare.
  6. E’ il momento: PRENDI LA DECISIONE!

Questi sono semplici passaggi che possono darti una guida per decidere e scegliere con più attenzione. Ma ripeto, non esiste la formula magica e se un giorno ti renderai conto di aver sbagliato decisione, non fartene una colpa, si può sempre rimediare: se non sbagli non puoi crescere! 


GUARDA IL VIDEO GRATIS SU COME FORMULARE OBIETTIVI VINCENTI TRAMITE LA PNL

 

Allenati a Ridere

“Da un sorriso nasce sempre un altro sorriso”
“Guarisce soltanto chi vuol guarire” (Ippocrate)

RIDERE FA BENE ALLA SALUTE

Tutte le più grandi Università del mondo hanno ormai dimostrato scientificamente che la risata aiuta a vivere meglio: fa bene al cuore, al cervello, ai muscoli ed ai polmoni. Aiuta a produrre più endorfine (ormone prodotto dal cervello che aiuta a stare bene) e diminuisce gli ormoni dello stress.

Ma vediamo in dettaglio perché ridere fa bene:

  1. Migliora le relazioni – Uno studio ha dimostrato come, coppie che partecipano regolarmente a yoga o sessioni svolte mediante l’uso della risata, siano più legate e con meno problemi.
  2. Aumenta la produttività – La risata influenza positivamente la produttività. Lo stato d’animo positivo di una persona permette di essere più creativi nel risolvere i problemi. La risata fornisce energia, motivazione sul lavoro e fa essere ottimisti nell’affrontare le sfide quotidiane.
  3. Migliora l’immagine di se stessi – Ridere e far ridere hanno una forte influenza su l’immagine che si ha di se stessi. Quindi aumenta l’autostima e si é, agli occhi degli altri, una persona di cui si può avere fiducia e responsabilità.
  4. Risparmio sulle spese mediche – I medici del Giappone occidentale una volta curavano le persone anziane con programmi di assistenza che prevedevano cure a livello fisico, ma anche terapia della risata. Circa il 92% di quanti ne hanno beneficiato hanno riferito che le loro spese mediche annuali sono scese del 30% dopo l’adesione al programma.
  5. Migliora la digestione – Sindrome dell’intestino irritabile? Studi scientifici hanno dimostrato l’efficacia della risata stimolata e/o spontanea sulla cura di questa problematica. Ma anche la digestione in persone sane migliora.
  6. Stimola gli organi – Una risata, si é visto, aumenta l’afflusso di sangue in tutto il corpo, quindi aumenta l’irrorazione degli organi più importanti come il cuore i polmoni ed il cervello. Così facendo si ha un utilizzo migliore degli stessi.
  7. Riduce l’aggressività – La risata aumenta gli ormoni dello star bene e diminuisce quelli dello stress, facendo altresì ridurre drasticamente un atteggiamento aggressivo che potrebbe sfociare in liti e discussioni continue.
  8. Stimola a sopportare il dolore – I ricercatori dell’Università di Oxford hanno scoperto che la risata gioca un ruolo significativo nell’aumentare la soglia del dolore di una persona, incoraggiando il corpo nella produzione dell’endorfine, le sostanze chimiche prodotte dal cervello che aiutano a sentirsi bene.
  9. Migliora il sonno – Ricercatori giapponesi hanno scoperto che ridere la sera incoraggia il corpo a produrre più melatonina (l’ormone rilasciato dal cervello che agisce sull’ipotalamo e ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia).
  10. Si guarisce più velocemente – La ricerca scientifica ha suggerito che, abbassando la pressione sanguigna, aumentando le nostre funzioni immunitarie, diminuendo gli ormoni dello stress, ecc. la risata ci aiuta a recuperare più velocemente da vari disturbi fisici.
  11. Rafforza il sistema immunitario – Secondo il National Cancer Institute, la risata mantiene gli ormoni dello stress sotto controllo e aiuti gli agenti del sistema immunitario, quali le cellule NK, linfociti, cellule B e le cellule T a funzionare in modo ottimale.
  12. Riduce l’invecchiamento – I ricercatori della Loma Linda University hanno scoperto che una bella risata produce un aumento di HGH (un ormone anti-invecchiamento) di ben il 87%.

In conclusione possiamo dire che ridere fa bene sia al corpo che all’anima. Trova sempre il modo, il tempo e la situazione per ridere. Abbiamo una sola vita e non credo ci sia stata data per affliggerci con paranoie giornaliere o stress continui. Ridi sempre anche in situazioni che all’apparenza potrebbero sembrare insormontabili.

Ridi della vita perché é un gran bel film tutto da scoprire!!!

“Quasi sempre dalla medesima fonte del riso, si possono trarre anche pensieri seri”

Cicerone
 Fonte: huffingtonpost.it

RICHIEDI LA TUA SESSIONE DI COACHING GRATUITA —>>> CLICCA QUI

corsi crescita personale